Mal di schiena: come mantenere i risultati ottenuti?

Mal di schiena: come mantenere i risultati ottenuti?

Che si tratti di mal di schiena, di un dolore al ginocchio o a una spalla o di qualsiasi altra patologia, una delle domande più frequenti che il paziente ci pone è: dovrò fare Fisioterapia per sempre? Assolutamente no!

In alcuni casi la fisioterapia rappresenta la soluzione definitiva di una problematica, mentre in altri casi rappresenta il modo per tenere sotto controllo una patologia o evitarne la progressione.

In ogni caso, l’obiettivo di un Fisioterapista deve sempre essere quello di rendere il paziente il più autonomo possibile nella gestione della propria problematica e questo obiettivo è raggiungibile grazie ad un percorso di educazione e informazione.

Una volta terminato il periodo intensivo di riabilitazione come si può procedere?

Ovviamente dipende da molti fattori: tipo di problematica, condizioni generali del paziente, età e rischio di progressione della patologia, richiesta funzionale del paziente, ecc…

Facciamo alcuni esempi: se mi fratturo un osso e una volta tolto il gesso mi viene indicata la Fisioterapia, il percorso riabilitativo terminerà una volta ottenuto il pieno recupero.

Ma se mi rivolgo a un Fisioterapista perché ho mal di schiena?

Se il dolore è dovuto ad un trauma, la risposta è simile al caso precedente; se invece si tratta di un fenomeno degenerativo della colonna come una discopatia, un’ernia o artrosi allora va valutato caso per caso.

Terminato il periodo di trattamento manuale o di esercizi, quando si è raggiunto un buon risultato in termini di sintomatologia e funzionalità, paziente e Fisioterapista si accorderanno per gestire al meglio i risultati ottenuti.

Quali possono essere le opzioni?

- In alcuni casi è sufficiente uncontrollo telefonico o via email a distanza di tempo concordata; stiamo parlando ad esempio di pazienti che praticano regolarmente attività fisica, che non hanno condizioni degenerative a livello della colonna vertebrale, che magari hanno avuto mal di schiena in seguito ad un movimento scorretto e hanno risolto completamente il dolore.

- In altri casi si affidano al paziente degli esercizi specifici di mantenimento; ad esempio un paziente che fa attività fisica una o due volte la settimana e ha avuto mal di schiena perché la zona lombare presenta dei fenomeni degenerativi non gravi. Il programma di esercizi può essere eseguito per qualche settimana dopodiché viene fissato un appuntamento di controllo per valutare la situazione ed eventualmente modificare gli esercizi a casa.

- Ad alcuni pazienti consigliamo di proseguire il percorso rieducativo accedendo alla nostra palestra in modalità “Medical Fitness”. Il nostro staff crea una scheda di lavoro individualizzato da svolgere in media due volte a settimana sotto la supervisione di operatori esperti. Questa modalità permette al paziente di restare in un ambiente protetto e, a noi, di monitorare più da vicino i progressi.

- Quando siamo invece di fronte a problematiche di natura degenerativa o nel caso di un paziente poco attivo, consigliamo di eseguire trattamenti regolari a distanza concordata, ad esempio ogni 2/3 mesi, dove si fa un trattamento manuale associato a esercizi di mantenimento da eseguire autonomamente al domicilio.

A seconda dei casi le opzioni per poter mantenere i risultati ottenuti sono varie, si tratta solo di trovare la soluzione più idonea e su misura per ogni singolo paziente.