Traumatologia sportiva

Distorsione alla caviglia: cosa fare e come rieducarla

Distorsione alla caviglia: cosa fare e come rieducarla

La caviglia, o tibio-tarsica, è l’articolazione che collega la gamba al piede. Essa permette movimenti prevalentemente di flessione ed estensione (punta del piede in basso o in alto) e movimenti laterali di grado minore.

La caviglia e le articolazioni sottostanti consentono al piede di adattarsi al suolo nelle diverse condizioni funzionali: quando si cammina, quando si corre, quando si incontra un ostacolo o un terreno disconnesso.

Leggi tutto...

Sintomi e trattamento della pubalgia

La pubalgia rappresenta una delle affezioni più temute dagli sportivi, in generale, e dai calciatori in particolare. Quando un calciatore sente parlare di pubalgia comincia a rabbrividire, soprattutto se personalmente ha già sperimentato i sintomi tipici o ha avuto qualche compagno che ne ha sofferto. 
La pubalgia è una patologia di difficile e controversa interpretazione, soprattutto in virtù della complessità anatomica della regione pubica, nonché del frequente sovrapporsi di diversi fattori contribuenti che rendono il quadro clinico spesso non chiaro. Anche il termine stesso che la designa risulta piuttosto ambiguo o quantomeno riduttivo rispetto ai molteplici quadri clinici che la caratterizzano.

Leggi tutto...

Sindrome bandelletta ileo-tibiale

La sindrome della bandelletta ileo-tibiale è una tendinopatia molto frequente in tutte le specialità sportive legate al sovraccarico funzionale del compartimento esterno del ginocchio.

Da un punto di vista squisitamente anatomico la bandelletta ileotibiale è un fascio tendineo piatto largo circa 3 cm che si inserisce sulla parte più alta della tibia, lateralmente al ginocchio; viene considerata una continuazione della porzione caudale del tendine del tensore della fascia lata e del muscolo grande gluteo. Alcune fibre curve si connettono anteriormente al bordo laterale della rotula e posteriormente al tendine del bicipite femorale. 

Leggi tutto...

Come evitare traumi sportivi

Dedicarsi a un’attività sportiva è sicuramente uno degli strumenti più efficaci per la prevenzione ed il controllo di patologie cardio-metaboliche e per mantenere in buona salute l’apparato muscolo-scheletrico.
Molti però tendono a “buttarsi” nella partitella, nella corsa, sulle piste dimenticandosi di quanto sia importante avere un’adeguata preparazione fisica e motoria o senza eseguire esercizi preparatori di riscaldamento e di stretching, esponendo il proprio fisico a un maggiore rischio di infortunio (distorsioni, strappi muscolari...). 

Leggi tutto...